COMUNICATO STAMPA

POLIGNANO A MARE – Il movimento ecologista confederato Più Eco continua la sua crescita con l’adesione di una nuova sigla la 45esima l’organizzazione di tutela ambientale ‘I Pastori della Costa‘ di Polignano a Mare, ne danno comunicazione Vincenzo Galizia Presidente nazionale di ‘Più Eco Ecologisti Confederati‘ ed Alberto Crapanzano Coordinatore MacroArea. “I Pastori della Costa è un comitato che lavora per favorire la tutela del territorio del Parco naturale Regionale di costa Ripagnola a Polignano a Mare. Il Comitato denominato I pastori della costa – parco subito, nasce per reagire al degrado di alcuni tratti della costa di Polignano a Mare, difficili da raggiungere, luoghi splendidi ricchi di fascino e suggestioni antiche per l’assenza di strutture antropiche, e per la presenza di elementi paesaggistici unici nel loro genere, quali i famosi manufatti tipici della cultura contadina, i pagliai a trullo, circondati da campi arborati, orti e macchie di lentisco, intervallati da canali di impluvio, vecchi solchi erosivi scavati dall’acqua in periodi più piovosi, nei quali si affacciano diverse cavità, le grotte, non molto profonde, utilizzate sin dalla preistoria dall’uomo per vari usi, testimoniati da diversi ritrovamenti di era paleolitica al loro interno. Tuttavia ora tutto questo rischia di essere mira di rifacimenti che potrebbero snaturare il loro valore simbolico originale. Per evitare tutto questo e favorire un recupero sapiente dei luoghi senza turbarne la loro tipicità, il comitato sin dall’inizio ha proposto l’istituzione di un’area protetta, così come già previsto nella legge regionale 19 del 1997, che ha visto la nascita il 28 luglio del 2020 in consiglio della Regione Puglia e che ora aspetta solo la sua pubblicazione ufficiale, con non pochi problemi ad essa intrinsechi. Il comitato si è fatto promotore di diverse iniziative tutte inerenti al raggiungimento dello scopo della tutela ovvero è intervenuto in sede giudiziaria denunciando con diversi esposti, le anomalie presenti nel procedimento autorizzativo del progetto SERIM, per la realizzazione di un albergo diffuso con servizi annessi alla spiaggia; ha organizzato diverse passeggiate lungo la costa per sensibilizzare l’opinione pubblica al tema della tutela del paesaggio e alla difesa della natura con la pulizia della costa a fine giornata; ha preso parte alla conferenza dei servizi organizzata dalla regione Puglia in seno all’iter procedurale propedeutico alla realizzazione del parco; ha organizzato diverse manifestazioni sulla complanare lato mare, quindi di fronte al parco, per sensibilizzare la politica alla necessità di intervenire con urgenza; ha organizzato diversi convegni con relatori di livello universitario per comprendere come le ragioni della tutela siano quanto mai impellenti. A tutto questo si aggiunge una raccolta firme di quasi 20.000 firmatari tramite il portale change.it. Ora l’obiettivo principale è continuare a difendere la costa del parco istituito promuovendo la modifica di alcune parti della legge istitutiva, che di fatto peggiorano il livello di tutela del territorio. Aderiamo a Più Eco per dare maggiore forza alle nostre battaglie di difesa del territorio” dichiara Alessandro Rutigliano Presidente del Comitato.

Visite totali questa pagina: 55 – Visite oggi questa pagina: 1 – Visite totali al sito: 104.880. GRAZIE!