COMUNICATO STAMPA

Roma – Si è svolta oggi l’assemblea fondativa del movimento “Più Eco – Ecologisti Confederati“, unione di 41 sigle, associazioni, movimenti, liste civiche, comitati cittadini, centri studi (tra le quali Fronte Verde, Unione degli Animalisti, Veneto Ecologia Solidarietà, Sicilia Protagonista, Onda Civica Trentino, Movimento dei Disoccupati e Precari del Mezzogiorno, Democrazia Ecologica, etc.). Per cause di forza maggiore relative all’emergenza Covid, la riunione si è svolta online con la partecipazione di numerose personalità nell’ambito politico ambientalista ed animalista. Delegati presenti da tutta Italia hanno dato il loro contributo di idee e proposte innovative e qualificate. Dalla difese delle acque in ogni loro forma, alla salvaguardia del territorio, alla tutela del patrimonio paesaggistico, faunistico e archeologico. Dalla necessità di conciliare lavoro e salute, tenendo presente la difesa del Pianeta e dei suoi abitanti. L’assise si è aperta con gli interventi degli ospiti, tra i quali l’ex deputato europeo Beniamino Donnici, il quale, oltre a parlare della stretta attualità relativa al Commissario alla Sanità calabrese e alla conseguente situazione caotica, ha ringraziato i presenti per l’iniziativa innovativa che va oltre alle logiche strettamente eletttorali. A seguire è intervenuto Jean Marc Governatori, Segretario Nazionale “Alliance Ecologiste Indépendante” e consigliere comunale di Nizza, il quale ha dichiarato come il Covid non sia l’unica emergenza mondiale, ma che è ben più importante quella climatica. Ha poi confermato l’imminente nascita dell’alleanza con il nostro Movimento, la quale vedrà una unione di intenti e di programmi in ambito europeo, alleanza sancita anche dalla similitudine nel simbolo che rappresenta la Terra a forma di cuore. Intervenuti anche Francesco Cufari, Presidente Ordine dei Dottori agronomi e Dottori forestali della Calabria e Markus Maurmair, Sindaco di Valvasone Arzene (PN) e Presidente del Patto per l’Autonomia del Friuli Venezia Giulia. Successivamente è stato presentato il simbolo ufficiale del Movimento la Terra a forma di cuore con la scritta Ecologisti Confederati Più Eco, e, a seguire, si sono succeduti gli interventi dei delegati aperti e chiusi dal Prof. Mario Canino, neoeletto Presidente del Comitato scientifico, il quale ha ricordato l’impegno del Movimento nel contrastare fermamente il meccanismo europeo MES e ogni forma usuraia nella gestione bancaria europea, ed ha  rimarcato come la Costituzione sia da faro culturale, storico ed ideologico del nostro Movimento, nella costruzione di un nuovo modello di società e sviluppo. Nutrita e qualificata anche la rappresentanza femminile dei delegati tra le altre la geologa Eugenia Belluardo in rappresentanza di Trapani, la Prof.ssa Giuliana Farinaro (Caserta), l’archeologa Maria Lucia Guarneri (Enna), la sociologa Antonella Vincenzi (Cosenza), Ornella Dorigatti (Trento), la consigliera comunale di Villanova di Camposampiero Fedora Rover (Padova) e la ex consigliera regionale del Veneto Patrizia Bartelle, presidente di Veneto Ecologia Solidarietá. Ha moderato l’incontro Carlo Pompei, neoresponsabile del dipartimento comunicazione, ed ha presieduto Vincenzo Galizia, eletto all’unanimità Presidente Nazionale, il quale ha confermato la trasversalità, l’alternativa del Movimento alle logiche partitiche e la sua essenza ecologista, animalista e civica, non solo a carattere nazionale ma soprattutto a difesa delle problematiche locali e territoriali, un Movimento che parte dal basso, dai cittadini con la voglia di far una politica nuova ed alta con la P maiuscola e la volontà di creare insieme all’Alliance Ecologiste Indépendante, ed ad altri movimenti un nuovo raggruppamento ecologista europeo indipendente.

Visite totali questa pagina: 2.652 – Visite oggi questa pagina: 1 – Visite totali al sito: 97.937. GRAZIE!